imagealt

70 anni dalla nascita dell'UNIONE EUROPEA


Il 9 Maggio 2020 ricorrono i 70 anni dalla nascita dell’Unione Europea. Nel lontano 1950 Schuman, Ministro degli Esteri Francese pronunciava nella sua celebre Dichiarazione: “L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto.”

Per onorare tale ricorrenza il nostro Istituto ha organizzato con gli alunni delle Classi Quinte dell'IPSSEOA una videoconferenza e così la videolezione di storia si è trasformata in undibattitot aperto con il Professor Alessandro Perfetti, docente di “Tecnica della progettazione Europea” presso la Facoltà di Scienze Politiche di Teramo, per ripercorrere insieme le tappe dell’evoluzione e i punti fondamentali dell'Unione Europea, per far meglio comprendere agli studenti i temi caldi che ci riguardano più vicino.

Partendo dal celebre discorso del Ministro degli Esteri Francese Robert Shuman che auspicava la creazione di una Comunità Europea, la carrellata di eventi che hanno segnato la nostra Storia.

Si concretizzò tutto il 25 marzo 1957 dove sei Paesi firmarono “Il Trattato di Roma" che istitutiva la Comunità Economica Europea (CEE) con  Italia, Francia, Germania dell'Ovest, Belgio, Olanda e Lussemburgo Paesi fondatori.

Nel 1973 entrarono a far parte della Comunità Europea il Regno Unito, l'Irlanda e la Danimarca, così da diventare in tutto nove Paesi membri.

Una data fondamentale da ricordare è il 1979, dove per la prima volta i cittadini dei Paesi membri furono chiamati ad eleggere direttamente i membri del Parlamento Europeo.

Nel 1981 la Grecia entra anch'essa a far parte della Comunità Europea.

Dopo 5 anni, nel 1986 anche la Spagna e il Portogallo entrano a far parte della Comunità Economica Europea, facendo diventare i Paesi membri 12. Una cifra molto importante che costituisce il numero di stelle presenti sulla bandiera dell'Unione Europea.

Con la Caduta del Muro di Berlino il 9 novembre 1989, dopo ben 28 anni, la Germania è riunita.

Il 7 febbraio 1992 ci fu la firma del Trattato di Maastricht, con cui venne creata l'Unione Europea, fondata su tre pilastri, viene istituita la cittadinanza europea e viene fissato il calendario per la realizzazione dell'Unione Economica e Monetaria (UEM). Vengono inoltre poste le basi per una politica estera e di sicurezza comune e per una stretta cooperazione in materia di giustizia e affari.

Dopo soli tre anni l'Austria, la Finlandia e la Svezia entrano a far parte dell'Unione Europea, così da arrivare a quindici Paesi Membri.

Finalmente il 1 gennaio 2002 entra in vigore la moneta unica chiamata "euro" e dodici Paesi aderiscono  subito ad essa, successivamente se ne aggiungeranno altri paesi. Intanto  il Regno Unito e la Danimarca dal primo momento dichiarano di non adottare l’euro.

Altra data importante per l'Unione Europea è 1 maggio 2004 durante il quale ci fu un allargamento o "riunificazione dell'Europa" con 10 Paesi dell’Est, l’Unione Europea raggiunge i 25 Stati Membri.

Nel 2007 anche la Romania e la Bulgaria aderiscono ad essa.

La Croazia nel 2013 è l'ultimo Paese ad entrare a far parte dell'Unione Europea, siamo giunti a 28 Stati Membri.

Nel 2016 avvenne un Referendum sulla permanenza del Regno Unito dall'UE, anche noto come "Brexit". Dove il 51,89% votò a favore dell'uscita dall'Unione Europea.

Il 31 gennaio 2020 il Regno Unito è definitivamente fuori dall'Unione Europea.

A conclusione di questo incontro noi studenti abbiamo capito che  l’Unione Europea è un’organizzazione ancora giovane che si sta formando tutt'oggi, e noi saremo coloro che contribuiranno alla sua evoluzione, in quanto parte integrante delle nostre vite, per realizzare un’Unione Europea più unita e solidale.

di Chiara Sala